Come fare trading di Bitcoin

Il trading in Bitcoin, anche in questo periodo di incertezza per le crypto, sta riscontrando sempre maggiore interesse. Le nuove tecnologie, device mobili (smartphone e tablet), che consentono di essere operativi ovunque ci troviamo portano a cercare sempre nuove strade di guadagno anche verso le criptovalute.

Come funziona il trading di Bitcoin?

Quali sono le migliori trading Bitcoin app?

E soprattutto come fare trading Bitcoin?

Cos’è il trading

Per trading online, chiamato anche con l’acronimo TOL, si intende la possibilità di investire sui mercati finanziari attraverso un terminale. Collegandosi ad una piattaforma che consente a chi vuole investire propri capitali, di accedere agevolmente sui mercati finanziari.

Chi intraprende l’attività del trading online è chiamato trader:

  • trader retails ovvero gli utenti che investono capitali limitati. Ma se risiedono in un paese dell’Unione europea, vanno incontro alle severe limitazioni da parte della massima autorità Ue per la vigilanza sui mercati finanziari.
  • trader istituzionali: si tratta degli operatori che investono capitali importanti e hanno anche una certa esperienza in merito. Vi rientrano, per esempio, le istituzioni, le banche, gli Hedge Fund, ecc.

Il trading online nasce verso la fine degli anni ’80, quando è partita la tecnologizzazione delle borse valori. Con una accelerata negli anni ’90, quando nele case degli americani si vedeva sempre una maggiore presenza di personal computer.

In Europa invece, il trading online, ha iniziato a fare capolino negli anni 2000, grazie alla diffusione dei device mobili. Ma soprattutto nel 2017 quando il Bitcoin ha fatto registrare una autentica cavalcata di prezzo arrivando a sfiorare i 20mila dollari, trascinando con sé tante altre criptovalute.

Il fenomeno delle criptovalute ha alimentato non poco l’interesse verso il trading in bitcoin ed il trading online in generale.

Trading di Bitcoin

Vantaggi

Tra i principali vantaggi del trading in Bitcoin, troviamo la possibilità di investire su un asset particolarmente volatile. Capace di far registrare movimenti di prezzo molto sensibili. Se si opera tramite i CFD Contract for difference, per esempio, è possibile sfruttare la volatilità delle criptovalute in entrambe le direzione. Quindi, sia nel caso in cui il loro prezzo salga, posizionandosi long, sia nel caso in cui il loro prezzo subisca dei cali, posizionandosi short.

Ovviamente, in entrambi i casi occorre stare molto attenti a fare le giuste valutazioni.

Un altro vantaggio sono i costi contenuti rispetto al voler investire su altri asset. Attenzione però, i costi contenuti dipendono anche dalle piattaforme che si scegliere. Se si compra Bitcoin direttamente con gli Exchange, occorre stare attenti alle commissioni di cambio e per il prelievo. Se si opera coi broker CFD, occorre valutare gli spread e le commissioni previste.

Infine, occorre sapere che il Bitcoin è ormai considerata una criptovaluta alla stregua dell’oro, con un crescente riconoscimento come bene rifugio. Pertanto, sta ottenendo sempre maggiori riconoscimenti e ciò è indice di minori rischi.

Svantaggi

La volatilità, da principale vantaggio potrebbe rivelarsi principale svantaggio. Infatti, come sappiamo, quest’ultima caratteristica vuol dire proprio imprevedibilità. Pertanto, ad un rialzo rischiamo poi di vedere arrivare un forte calo.

Un altro svantaggio è il dover essere veloci nel pensare e nell’agire. Bitcoin, infatti, proprio per i continui cambi di prezzo, non prevede mai un andamento simile da un giorno all’altro. Quindi, bisogna essere veloci nel cogliere le occasioni al volo.

Infine, occorre sottolineare che dietro il Bitcoin c’è sempre il rischio bolla finanziaria.

Come si crea una bolla finanziaria? Una bolla finanziaria si crea quando il prezzo di un asset, inizia ad aumentare in maniera indiscriminata perché ci puntano sempre più investitori. Quindi più il prezzo aumenta più persone ci puntano e più il valore cresce ma una crescita così artificiosa e insostenibile può di fatto crollare, o meglio esplodere come una bolla.

Ma c’è da dire che per ora non si è verificato e forse si tratta anche di una accusa ingiusta. Ma è comunque un rischio che traders devono sempre tenere in conto.

Come fare trading di Bitcoin

Ovviamente, come sappiamo, l’analisi è fondamentale.

L’analisi tecnica riguarda la fase in cui andremo ad analizzare i movimenti compiuti dal prezzo del Bitcoin graficamente. Infatti sono proprio i grafici che occorre studiare bene, sono loro che ci danno l’andamento del valore di un asset in una determinata timeline che ci interessa.

L’andamento dei prezzi viene raffigurato secondo vari tipi di grafici. Il più diffuso è il grafico a candela o Candlestick. Ideato dai giapponesi nell’antichità per valutare i cambiamenti dei prezzi nel mercato del pesce. Si formano infatti delle figure simili alle candele.

Per saperne di più puoi leggere la guida | Come leggere i grafici a candele giapponesi

Inoltre potrai poi aiutarti con i tanti indicatori ed oscillatori di trading che sono stati creati durante il secolo scorso da analisti ed esperti di mercati finanziari. In questo modo potrai valutare quali sono stati i movimenti, la loro consistenza, la loro durata ed elaborare una previsione.

L’analisi fondamentale invece è una analisi qualitativa, poiché non si basa su numeri e calcoli ma sull’analisi dei fattori esterni al mercato che potrebbero influenzare un asset.

Infatti il prezzo del Bitcoin spesso è influenzato da vari fattori.

Ma quali sono i fattori che influenzano il prezzo del Bitcoin?

Ecco alcuni dei principali:

Situazioni geopolitiche che influenzano le borse mondiali (come sta accadendo in questo periodo) in quel caso il prezzo subirà dei crolli.

Endorsement da parte di un influencer, vedi ad esempio Elon Musk o quelli che circolano su Youtube, Twitter, Instagram e altri social network. In quel caso, ovviamente, il prezzo tenderà a salire.

Ma anche il comportamento della massa dei trader che stabiliscono un sentiment di mercato optando per il buy o il sell. In quel caso, l’andamento può essere in crescita nel primo caso, riduzione nel secondo.

L’introduzione come sistema di pagamento da parte di una nota piattaforma o di un importante sito e-commerce o di una importante azienda. Anche qui, il prezzo tenderà a salire perché è un riconoscimento.

Oppure una legge fortemente limitativa da parte del governo di un paese che rappresenta uno dei principali mercati. Qui, ovviamente potrebbe registrarsi un calo.

Le strategie di trading di Bitcoin possono essere applicabili ad altri asset?

La risposta è si.

Scalping: il trader apre molte posizioni di trading nell’arco di 24 ore, dalla breve durata, approfittando di piccoli movimenti di prezzo.

Pullback: il trader deve essere pronto ad approfittare delle inversioni di trend, per potersi posizionare in tempo e approfittare in pieno dell’andamento.

Momentum: questa strategia prevede che il trader si posizioni quando un trend in corso subisce una accelerata. Quindi ci si posiziona per tempo per approfittarne.

Breakout: con questa strategia, il trader deve cogliere l’occasione quando il trend rompe un livello di prezzo, che sia una resistenza o un supporto.

Il trading in Bitcoin può essere fatto anche in automatico?

La risposta è si.

Ma bisogna prestare molta attenzione.

Il trading automatico è detto anche trading bot. Ma attenzione poiché esistono tante piattaforme farlocche dove si fa credere che il trader deve solo depositare il denaro e al resto pensa la piattaforma che si basa su fantomatici algoritmi automatici capaci di prevedere il futuro. Non è così. Il trading automatico reale prevede che il trader abbia un proprio ruolo attivo, inserendo i parametri entro i quali poi il sistema andrà a muoversi. Quindi il vero vantaggio è poter sfruttare le potenzialità della tecnologia per analizzare velocemente i mercati e ottenere suggerimenti su dove posizionarsi. Ma non diventare certo milionario in pochi giorni senza alcuna esperienza di trading come fanno credere le piattaforme farlocche.

Strumenti per fare trading di Bitcoin

Le soluzioni da considerare per fare trading di Bitcoin e Criptovalute sono i Broker specializzati in CFD e gli Exchange.

Broker

Una soluzione per investire in Bitcoin e criptovalute è offerta dalle migliori piattaforme come i Broker specializzati in CFD e non solo. I migliori e più famosi sono:

  • eToro – Conto demo, trading, Cripto e azioni CFD – Deposito Minimo: 50€ – Licenza: CySEC

68% dei conti CFD al dettaglio perdono denaro.

Leggi anche | Recensione eToro

  • Plus500 – Conto demo CFD disponibile – Deposito Minimo: 100€ – Licenza: CySEC

77% dei conti al dettaglio CFD perdono denaro.

Leggi anche | Recensione Plus500

Con questa opzione non si acquista direttamente il Token ma il suo sottostante, ovvero un contratto derivato che prende il nome di CFD.

Questo strumento finanziario replica esattamente l’andamento della criptovaluta e permette di ottenere un profitto da qualunque movimento di prezzo sia a rialzo che a ribasso.

Le piattaforme sono autorizzate e regolamentate e quindi sicure. Inoltre sono piattaforme gratuite, che spesso non applicano alcun tipo di commissione.

Avviso di rischio: Il trading CFD comporta un sostanziale rischio di perdita. I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio elevato di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Una percentuale di investitori tra 68 e 89% perde il proprio denaro durante il trading CFD. Dovresti assicurarti di aver compreso il funzionamento dei CFD e considerare se puoi permetterti di correre il rischio di perdere il tuo denaro.

Leggi anche | Cosa sono i CFD e come fare trading

Exchange

Gli Exchange sono famosi per la loro interfaccia pulita e lineare, oltre ad un gran numero di Token negoziabili all’interno della piattaforma. I migliori e più famosi sono:

  • Coinbase è senza dubbio uno dei maggiori exchange a livello mondiale. Registrati da questo link | www.coinbase.com Bonus di $10 in Bitcoin.

Leggi anche | Recensione Coinbase

  • Binance è il modo più semplice per acquistare criptomonete e fare Trading.  Compra e vendi criptovalute in pochi minuti. Iscriviti da questo link | www.binance.com

Leggi anche | Recensione Binance

Leggi anche | Recensione Crypto.com

Conclusione

Ovviamente questo non è tutto ciò che c’è da sapere per fare trading. Ricorda che per raggiungere buoni risultati bisogna essere disposti all’apprendimento, allo studio, alla disciplina ed avere dimestichezza con gli strumenti da utilizzare.

Disclaimer

Le informazioni contenute in questo articolo non costituiscono invito all’investimento ma rappresentano esclusivamente le opinioni degli autori relativamente agli argomenti trattati. Gli investimenti in criptovalute sono ufficialmente riconosciuti come investimenti ad alto rischio con possibilità di perdita totale del capitale. Chiunque decida di investire il proprio denaro dopo aver letto questi contenuti lo fa a suo rischio e pericolo assumendosene la piena responsabilità.

Non investite mai ciò che non potete permettervi di perdere.

Foto di rubns28 da Pixabay 


Seguici sui nostri canali social: 

Facebook | Twitter | Telegram | Instagram

Se sei nuovo e vuoi scoprire il mondo delle criptovalute, scarica GRATIS | LE NOSTRE GUIDE ESSENZIALI


Come comprare e vendere criptovalute in sicurezza?

Binance: il leader mondiale nell’acquisto / vendita di bitcoin e criptovalute.
Crea un account in pochi minuti

Coinbase: il modo semplice e sicuro di acquistare, gestire e vendere la tua criptovaluta.
Crea un account in pochi minuti e ricevi un bonus di $10 in Bitcoin

Crypto.com è sia un’app che un exchange. Iscriviti per registrare il conto sull’app e ottieni un bonus di 25$ con il codice referral drb6wjv625 Iscriviti a Crypto.com Exchange ed inizia a fare trading. www.crypto.com

eToro è una delle piattaforme più utilizzate e famose nel mondo delle criptovalute.

Plus500 è uno dei migliori broker presenti nel mercato e tra i più utilizzati in Italia e nel mondo.