Cos’è il bitcoin mining e come funziona

Il bitcoin mining

Se ti sei interessato a minare bitcoin sai già molto bene cos’è il Bitcoin, ma, in ogni caso, proviamo a dare una definizione il più semplice possibile:

Bitcoin è la più conosciuta tra le criptomonete, fu creata nel 2009 da un informatico che si fa chiamare Satoshi Nakamoto e la cui identità è rimasta segreta a lungo, fino al maggio 2016 quando Craig Steven Wright ha dichiarato pubblicamente di essere il creatore di Bitcoin.

Il 3 gennaio 2009 furono “minati”, cioè prodotti i primi 50 bitcoin; il 5 ottobre dello stesso anno 1 bitcoin valeva 1.309 dollari.

Il software, con licenza è open source, creato da Nakamoto (col quale è possibile fare il bitcoin mining) è basato su 2 concetti principali: il peer-to-peer e la crittografia.
Scopo del software Bitcoin è quello di generare una sorta di “libro contabile” virtuale e distribuito fra tutti i miner, che verifica e tiene traccia di tutte le transazioni eseguite tramite la cripto-moneta virtuale, evitando così false transazioni e le cosiddette “doppie spese” (double spending).

Minare bitcoin, o bitcoin mining, significa partecipare a questo enorme database distribuito mettendo a disposizione la potenza di calcolo del nostro computer o di un altro dispositivo dotato di processore in grado di eseguire calcoli complessi (hashing).

Il bitcoin mining conviene?

Il motivo per cui una comunità sempre crescente ha deciso di partecipare al progetto Bitcoin predisponendo i propri PC per il mining dei bitcoin, è molto semplice: ogni volta che una transazione va a buon fine grazie al lavoro dei miners, questi vengono ricompensati con Bitcoin nuovi di zecca!

Il termine miners, dall’inglese minatori, allude al processo di estrarre nuovi bitcoin.

Si può pensare che quindi con un PC si possono avere Bitcoin gratis.
In realtà sono tutt’altro che gratis (per avere bitcoin gratis potete usare i faucet btc), il mining dei bitcoin si effettua con calcoli di enorme complessità, ed un semplice PC domestico, per quanto potente e dotato di una buona scheda grafica, è in grado di eseguire una piccolissima parte del lavoro necessario in un tempo decisamente lungo.
Inoltre, i processori consumer, Intel i7 o AMD, e le schede grafiche per il gaming, non sono ottimizzati per questo tipo di calcolo, per cui si avrebbe un dispendio di energia elettrica ben superiore al guadagno che ne deriverebbe in Bitcoin.

Infatti, giusto per essere chiari, in 3 giorni di attività di mining con un PC di buon livello si potrebbero ricavare circa 0,00003 BTC cioè circa UN CENTESIMO DI EURO per 72 ore di ventola a tutta velocità e sinceramente con i costi dell’energia di oggi, non è certamente un affare.

Quindi se la domanda è “Minare bitcoin conviene?
La risposta è sicuramente “NO“, se non ci si dota di una strategia e degli strumenti adatti, infatti solo con un progetto ben congegnato, si può pensare di avviare un’attività di Bitcoin mining seria e produttiva.

Ma ci sono anche altri metodi per minare bitcoin come ad esempio il Cloud Mining.

Il cloud mining consiste nell’acquisto, da parte di un qualsiasi utente, di una certa potenza di hashing presso un ente centrale che gestisce e possiede una o più mining farm. Supponiamo di voler acquistare 10 TH/s di potenza di mining per bitcoin presso una piattaforma di cloud mining qualsiasi.

Tale piattaforma vi noleggerà virtualmente parte del proprio hardware per il mining di bitcoin in grado di ottenere l’hashrate desiderato ad un certo prezzo di mercato. Di solito, l’utente paga una quota iniziale variabile in base all’hashrate, che gli consente di stipulare un contratto con l’ente che offre il servizio.

Dopodiché, ogni mese una parte degli introiti destinati alla vostra quota di hashrate viene trattenuta dall’ente, sia per pagare le spese di gestione che come guadagno aziendale.

Quali sono i vantaggi del Cloud Mining?

1) Nessuna conoscenza tecnica richiesta

2) Nessun acquisto di hardware

3) Nessuna spesa di gestione, calore e rumore

Quali sono gli svantaggi del Cloud Mining?

1) Bassi guadagni

2) Un gran numero di truffe

3) Favorisce la centralizzazione del network

4) Si è vincolati al mining solo di certe monete

Se invece per adesso vi accontentate di racimolare qualche bitcoin gratis, senza tanti fronzoli, la soluzione migliore sono i faucets.