5 errori da evitare quando investi in criptovalute

Criptovalute e Bitcoin sono la gioia ma anche i dolori per gli investitori di questo settore che spesso non possono schivare parte delle insidie che si celano dietro. La conoscenza di regole base del trading potrebbe però fare la differenza.

Ma quali sono i 5 errori da evitare quando si investe in criptovalute?

Chi fa trading sa che il mercato delle criptovalute è molto volatile, i movimenti di prezzo al rialzo e ribasso sono all’ordine del giorno e basta poco ad esempio un post di Elon Musk o altri guru del mercato che i prezzi schizzano al massimo o al minimo. Sostanzialmente è molto difficile stimare quando entrare o uscire senza bruciarsi.

Tuttavia, sebbene i prezzi siano perlopiù imprevedibili, esistono delle regole base che possono aiutare i trader meno esperti a massimizzare i profitti.

Ecco quali sono i 5 errori:

1. Non definire il proprio profilo di investitore

La prima cosa che occorre sapere è che chi vuole fare parte degli investitori di crypto ha bisogno di definire il proprio profilo di investitore.

Ne esistono di tre tipi:

Gli holder ovvero chi investe e spera nei profitti a lungo termine quindi coloro che si tengono alla larga dai rischi e puntano in token che considerano affidabili sul lungo termine, senza badare al prezzo corrente.

I moderati, coloro che mixano diversi tipi di strategie nel loro portafoglio.

I trader cioè coloro che puntano sulle fluttuazioni dei prezzi e alle prese di profitto rapide, anche contenute.

2. Non avere un piano di investimento

Il secondo step è evitare di buttarsi nella mischia senza un piano di investimento ragionato.

3. Non studiare le criptovalute

Un investitore non dovrebbe mai iniziare ad investire il proprio capitale senza conoscere le basi della tecnologia blockchain e delle criptovalute o senza avere familiarità con le logiche del trading.

Leggere articoli, seguire blog, tutorial e persone competenti per approfondire l’ecosistema della blockchain è fondamentale, così come conoscere la storia della moneta per capire qual è il significato di valore e di scambio.

4. Non essere paziente

Lo abbiamo detto più volte, bisogna armarsi di pazienza. Le criptovalute non sono valute fiat con alle spalle banche. La volatilità, che li contraddistingue, può portare ad un profitto o una perdita anche del 30% in una giornata.

Non investire più di quanto tu possa permetterti di perdere. Stabilisci una cifra che se dovessi perdere completamente oggi stesso non ti cambierebbe la vita. Iniziate gradualmente.

Non fatevi prendere dallo sconforto di una perdita rapida o dall’entusiasmo di un profitto alto e veloce, bensì concentratevi sul capire quali sono le dinamiche che influenzano le quotazioni della criptovaluta su cui deciderete di negoziare.

Tutte le operazioni di trading comportano rischi. Rischiate solo il capitale che siete disposti a perdere. Questo è il ragionamento personale che bisogna tenere in mente.

5. Non diversificare il portafoglio

Infine, essendo che le criptovalute sono così volatili, occorre avere un portafoglio d’investimento diversificato. Ovvero puntare su diversi token: Bitcoin, Altcoin come Ethereum, Litecoin, XRP, Binance Coin, Cardano, Polkadot, Dogecoin o Stablecoin come Tether, USD Coin che sono ancorate al dollaro USA.

Capire bene a quale profilo si vuole appartenere è fondamentale poiché è il primo passo per non farsi male, e aiuta ad elaborare strategie coerenti con buone possibilità di successo nel lungo termine.

Se avete deciso di investire in criptovalute consigliamo i migliori exchange su cui poter investire in tutta sicurezza: BinanceCoinbase.


Come comprare Criptovalute?

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è binance-app.png
Binance: il leader mondiale nell’acquisto / vendita di bitcoin e criptovalute.

> Crea un account in pochi minuti <


Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è coinbase-app.png
Coinbase: il modo semplice e sicuro di acquistare, gestire e vendere la tua criptovaluta.

> Crea un account in pochi minuti <